[della solitudine dei barbari]

Barbaro e barbarie. Un ‘senso’ che si sposta dalla non-comunicazione – stranieri a specchio – fino all’attribuzione di crudeltà. Passando per la diffidenza verso l’altro da me.

Tutto comincia che non puoi parlare se non nella verità delle parole, nuda.
Secondo significato. Secondo per te, primo per l’altro, o viceversa. Ti resta l’offesa del fra/inteso. Cicatrici a far da confine.

Si vive in cattività, da stranieri. Con un dizionario obsoleto e una grammatica della solitudine.

Annunci