[in nero]

Nozze di pietra lavica, mi è venuto in mente, a sproposito, perché nessun anniversario tondo segna questo giorno.
Sembri in lutto, mi dice vedendomi vestita sempre di nero, senza pensare alle lacrime nascoste in quella parola. Ma io non piango, non più.
Il nero non è sfoggio di tristezza. Io ho addosso la mia camera oscura; luce penetrante, vedo dentro. Ci siamo, ci sei.

Annunci