[la parola cieca]

La finestra cieca non è una finestra.
La finestra cieca è una decorazione del muro.
La finestra cieca è una decorazione sul muro.
La finestra cieca solitamente è una imitazione della finestra
che si trova sul medesimo muro.

Metto in fila parole lucidate con tanta cura da vedere affilata
l’immagine mia riflessa.

La finestra cieca non vede.
La finestra cieca non mostra.
La finestra cieca è una bugia.

Annunci

6 pensieri su “[la parola cieca]

  1. Confessione estemporanea, nonché sottovoce, nonché suggerita dai cervicali (della serie: scusiamoci subito:))

    Fino a metà mi son detta: le parole senza risposta, quelle inevase/nonassorbite dal destinatario sono finestre cieche.

    Ora penso che  finestra cieca è chi non si lascia penetrare dalle parole…

    (un abbraccio)

    z

    Mi piace

  2. Cara Zena, troppe cose in questi giorni nel frullatore che ho al posto del cervello.
    E magari sarà stata l'umidità del dopopioggia a far fare contatto tra i neuroni sfaticati, comunque è uscita questa roba qua.
    Comunque.
    Le parole mi stanno uccidendo, ecco. Me le sento puntate contro la gola. A furia di lucidarle, si sono incattivite.
    "Non è, forse, ogni parola una spada di sole?"
    Ogni parola è intimamente nostra, propria di ciascuno, no? Il "significato" è quel trattato di pace, inter nos, che dovrebbe evitare le guerre. E invece.

    Confessione estemporanea, sottovoce, all'ora che si sta facendo luce e io comincio a vedere sempre meno chiaro.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...