[regina]

Poi raccontò di quella volta che lui l’aveva sollevata e arrivare oltre il muretto la scala la porta fu volare sopra il confine da regina rapita al suo regno immaginato – questa è casa è pietra legno tela cuscino – era ballo, era incanto, era la forza, la fortezza, regno sulla terra, del cielo specchio, fermo immagine sul ciglio del mondo che era, che fu, sepolto è, nel grembo d’un ricordo figlio del Re.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...